in Val Pellice

portale di informazione turistica della Val Pellice (Piemonte, Italia)

Fondazione Centro Culturale Valdese

Enti, iniziative ed aziende di interesse turistico, Torre Pellice

Fondazione Centro Culturale Valdese, Torre Pellice

La struttura

La Fondazione Centro Culturale Valdese è situata a Torre Pellice, nella via intitolata al generale inglese Charles Beckwith, personaggio che ebbe un ruolo importante nella storia valdese. Nella stessa via si trovano i principali edifici valdesi della cittadina: il tempio, le abitazioni note come “case dei professori”; la “Casa Unionista”; la Casa Valdese, sede dell’annuale Sinodo delle Chiese Valdo-Metodiste Italiane; il Liceo Europeo “Collegio Valdese”; la Casa per ferie “Foresteria Valdese”.

Il Centro è nato nel 1989, riunendo sotto un’unica gestione un ricco patrimonio storico e culturale prima frammentato, per metterlo a disposizione di un più vasto pubblico: la biblioteca, il museo, gli archivi, le collezioni. Situato nel cuore delle cosiddette “Valli Valdesi”, il Centro si trova in una zona di frontiera e, nel contesto di una realtà europea in costruzione, vuole essere luogo di incontro e confronto in uno spirito di pluralismo culturale.

Ne fa parte il museo valdese, nato nel 1889, più volte ristrutturato, diviso in due sezioni: una storica, che illustra gli otto secoli della travagliata vicenda dei valdesi; l’altra, a carattere etnografico, che documenta la vita quotidiana nelle Valli valdesi fra Otto e Novecento. Il museo è dal 1999 l’ente capofila del Sistema Museale Eco-Storico delle Valli Valdesi, una serie di luoghi di memoria e piccoli musei sparsi sul territorio delle Valli Valdesi, che documentano in vario modo elementi di storia valdese e cultura materiale. Il museo è inserito nel circuito di “Abbonamento Musei Torino Piemonte”; è dotato di un bookshop e il biglietto di ingresso è comprensivo di audioguide in quattro lingue.

Una ricca attività espositiva, si articola in tre ambiti: la Sala Paolo Paschetto dedicata alla Collezione dell’artista (1885-1963, autore dello stemma della Repubblica Italiana), composta da 140 opere tra oli, acquarelli e incisioni; la Collezione Ippolito, composta da reperti archeologici delle civiltà greca, egizia, italica, romana; uno spazio espositivo “Una finestra su…” per mostre su tematiche relative al territorio delle Valli Valdesi. Recente la programmazione di mostre temporanee collegate con le collezioni museali.

Su prenotazione accoglie con visite guidate in varie lingue al museo, ai templi e ai luoghi storici delle Valli Valdesi.

Le attività offerte al pubblico dal Centro durante l’anno sono molto variegate: mostre, convegni, seminari, conferenze, passeggiate storiche, corsi di formazione nelle lingue minoritarie storiche delle Valli: l’occitano e il francese.

Il Centro offre inoltre materiale informativo sulla storia e la cultura materiale delle Valli Valdesi, sulle Chiese valdesi e sul Protestantesimo.

La Fondazione Centro Culturale Valdese ha attivato un punto informativo, in funzione dal 25 aprile al 30 agosto 2015, presso il Museo valdese di Torre Pellice durante gli orari di apertura del week end: sabato e domenica dalle 15 alle 18. La persona preposta risponde principalmente a domande sul Sistema museale valdese, ovvero sulle modalità di visita e gli orari dei musei e luoghi storici valdesi dislocati sul territorio, e su modi e tempi per raggiungerli, dando la possibilità di percorrere piccoli itinerari, al contempo storici e naturalistici, in autonomia.

Sul Web: http://www.fondazionevaldese.org

Ultimissime dal sito web della struttura (via RSS)

Pubblicazioni in occasione Festa della libertà

PUBBLICAZIONI IN USCITA IN OCCASIONE DEL XVII FEBBRAIO 2020

 

Opuscolo XVII febbraio 2020 della Società di studi Valdesi: "Da Ginevra a Sibaud. Un gruppo di giovani sulle tracce del Glorioso Rimpatrio dei Valdesi" di Paola Schellenbaum e Davide Rosso.

 


La beidana. Cultura e storia nelle valli valdesi n. 97 di febbraio 2020

Il numero si chiama "Valli non solo valdesi" ed è un monografico su fedi e confessioni diverse dal valdismo presenti nelle Valli. 
Dopo un lungo editoriale introduttivo, cinque contributi eterogenei per periodo e approccio:
- Simone Baral sui primi salutisti nelle Valli a fine Ottocento;
- David e Bruna Terracini con una microstoria sugli ebrei nelle Valli durante la seconda guerra mondiale;
- Marco Magnano sull'Islam in val Pellice oggi;
- Luca Bossi sulla comunità ortodossa a Pinerolo;
- Davide Rosso sulla situazione attuale delle comunità cristiane di base. 
Seguono le consuete segnalazioni.

 

Inserto annuale gratuito "Dal Centro. Cosa si muove dentro e intorno alla Fondazione Centro Culturale Valdese di Torre Pellice" nn. 13-14/2020.

Friday 07 February 2020

Mappa