in Val Pellice

portale di informazione turistica della Val Pellice (Piemonte, Italia)

Comune di Torre Pellice

Municipalità, Torre Pellice

Torre Pellice, veduta invernale, a destra il Monte Vandalino.

Torre Pellice "La Tour", importante comune delle valli valdesi, definita da Edmondo De Amicis “la Ginevra italiana”, deve il suo nome alla torre edificata sulla collina, oggi detta del Forte, intorno all’anno 1000.

Ricca di musei, biblioteche, archivi storici, gallerie d’arte moderna, è da sempre meta del turismo storico, religioso e culturale. Luogo ideale per escursionisti e appassionati di montagna, che in poco tempo possono raggiungere i rifugi alpini e le vette circostanti, vanta anche una varia e apprezzata tradizione gastronomica.

La storia di Torre Pellice è strettamente legata alle vicende della valle e del popolo valdese. Già agli inizi del XIII sec abbiamo testimonianza dell’esistenza in valle di numerose famiglie aderenti al movimento sorto in Francia nel XII secolo ad opera di Pietro Valdo.

Con l’adesione dei Valdesi alla Riforma Protestante (1532) il territorio diviene luogo di scambi religiosi e culturali a livello europeo." L'Ottocento vede in Torre il consolidarsi dell'industrializzazione, con un deciso aumento demografico: da 2343 abitanti nel 1819, a 6000 agli inizi del 1900. Il paese si espande, crescono anche attività commerciali, nel 1882 viene realizzato il collegamento ferroviario Pinerolo - Torre Pellice.

Oggi la cittadina è una realtà dinamica e di forte interesse turistico che eccelle per le attrattive naturali, storiche, culturali, artistiche, culinarie e sportive.

L’isola pedonale inizia in Piazza S. Martino dove troviamo il complesso della Chiesa Cattolica (facciata in stile neoclassico, navata centrale unica, cupola molto alta) e l’annesso Priorato Mauriziano, di fronte la “Fontana di Carlo Alberto”, progettata dall’architetto Mellano per volere del re, come inciso nell’iscrizione “Il Re Carlo Alberto al popolo che lo accoglieva con tanto affetto”.

Prosegue attraversando il paese dove è possibile trovare attività turistico - commerciali tipiche del territorio e termina nel “quartiere valdese”, che comprende oltre al Tempio (in stile romanico, con tre navate, abside, galleria e facciata caratterizzata da due campanili laterali) una serie di edifici storici: la Casa Valdese con al piano terra l’aula sinodale dove ogni anno si riunisce in assemblea il Sinodo, la Casa pastorale, le ex Case dei professori (residenze degli insegnanti del collegio valdese), la Casa Unionista, il Museo storico-etnografico, il Collegio valdese, oggi liceo europeo e la Foresteria valdese un’importante struttura ricettiva per i turisti che visitano la cittadina.

Il mercato settimanale si tiene il venerdì mattina nelle vie del centro. Il secondo sabato di ogni mese l’isola pedonale ospita il mercatino dei prodotti biologici e artigianali.

In alcuni periodi dell’anno vengono organizzate a Torre Pellice importanti fiere turistico - commerciali, in estate eventi culturali e serate gastronomico-musicali che attraggono molte persone. 

Durante tutto l’anno presso La civica Galleria di arte contemporanea ”Filippo Scroppo” e il Centro Culturale Valdese è possibile visitare mostre tematiche e partecipare a incontri e conferenze.
Dal centro del paese è possibile raggiungere attraverso una ricca rete di sentieri, in breve tempo, suggestivi luoghi immersi nel verde.

Nello  Stadio del Ghiaccio, costruito in occasione delle Olimpiadi invernali Torino 2006, gioca ad hockey ghiaccio la prima società Hockeystica in Piemonte nata nel 1934, “Valpellice Bulldogs” seguita da un numero elevatissimo di sostenitori.

Galleria di immagini

Mappa