in Val Pellice

portale di informazione turistica della Val Pellice (Piemonte, Italia)

Fondazione Centro Culturale Valdese

Enti, iniziative ed aziende di interesse turistico, Torre Pellice

Fondazione Centro Culturale Valdese, Torre Pellice

La struttura

La Fondazione Centro Culturale Valdese è situata a Torre Pellice, nella via intitolata al generale inglese Charles Beckwith, personaggio che ebbe un ruolo importante nella storia valdese. Nella stessa via si trovano i principali edifici valdesi della cittadina: il tempio, le abitazioni note come “case dei professori”; la “Casa Unionista”; la Casa Valdese, sede dell’annuale Sinodo delle Chiese Valdo-Metodiste Italiane; il Liceo Europeo “Collegio Valdese”; la Casa per ferie “Foresteria Valdese”.

Il Centro è nato nel 1989, riunendo sotto un’unica gestione un ricco patrimonio storico e culturale prima frammentato, per metterlo a disposizione di un più vasto pubblico: la biblioteca, il museo, gli archivi, le collezioni. Situato nel cuore delle cosiddette “Valli Valdesi”, il Centro si trova in una zona di frontiera e, nel contesto di una realtà europea in costruzione, vuole essere luogo di incontro e confronto in uno spirito di pluralismo culturale.

Ne fa parte il museo valdese, nato nel 1889, più volte ristrutturato, diviso in due sezioni: una storica, che illustra gli otto secoli della travagliata vicenda dei valdesi; l’altra, a carattere etnografico, che documenta la vita quotidiana nelle Valli valdesi fra Otto e Novecento. Il museo è dal 1999 l’ente capofila del Sistema Museale Eco-Storico delle Valli Valdesi, una serie di luoghi di memoria e piccoli musei sparsi sul territorio delle Valli Valdesi, che documentano in vario modo elementi di storia valdese e cultura materiale. Il museo è inserito nel circuito di “Abbonamento Musei Torino Piemonte”; è dotato di un bookshop e il biglietto di ingresso è comprensivo di audioguide in quattro lingue.

Una ricca attività espositiva, si articola in tre ambiti: la Sala Paolo Paschetto dedicata alla Collezione dell’artista (1885-1963, autore dello stemma della Repubblica Italiana), composta da 140 opere tra oli, acquarelli e incisioni; la Collezione Ippolito, composta da reperti archeologici delle civiltà greca, egizia, italica, romana; uno spazio espositivo “Una finestra su…” per mostre su tematiche relative al territorio delle Valli Valdesi. Recente la programmazione di mostre temporanee collegate con le collezioni museali.

Su prenotazione accoglie con visite guidate in varie lingue al museo, ai templi e ai luoghi storici delle Valli Valdesi.

Le attività offerte al pubblico dal Centro durante l’anno sono molto variegate: mostre, convegni, seminari, conferenze, passeggiate storiche, corsi di formazione nelle lingue minoritarie storiche delle Valli: l’occitano e il francese.

Il Centro offre inoltre materiale informativo sulla storia e la cultura materiale delle Valli Valdesi, sulle Chiese valdesi e sul Protestantesimo.

La Fondazione Centro Culturale Valdese ha attivato un punto informativo, in funzione dal 25 aprile al 30 agosto 2015, presso il Museo valdese di Torre Pellice durante gli orari di apertura del week end: sabato e domenica dalle 15 alle 18. La persona preposta risponde principalmente a domande sul Sistema museale valdese, ovvero sulle modalità di visita e gli orari dei musei e luoghi storici valdesi dislocati sul territorio, e su modi e tempi per raggiungerli, dando la possibilità di percorrere piccoli itinerari, al contempo storici e naturalistici, in autonomia.

Sul Web: http://www.fondazionevaldese.org

Ultimissime dal sito web della struttura (via RSS)

Torre Pellice Città Europea della Riforma 2019

22-23 giugno 2019 - Seconda edizione

Torre Pellice “Città europea della Riforma”

 

Sabato 22 giugno


h. 21 “SALMI E CHANSONS: POESIA IN ARMONIA” Concerto del coro POLIFONICO TURBA CONCINENS organizzato dall’associazione Musicainsieme – Scuola Intercomunale di Musica della val Pellice.

Il concerto si inserisce nella rassegna "Samedi et dimanche avec le français, la musique et le chant"finanziato con i fondi della Presidenza del Consiglio dei Ministri attraverso la L. 482/99 a Tutela delle lingue minoritarie storiche.

 

Domenica 23 giugno


h. 11,30 Inaugurazione giornata presso la Fondazione Centro Culturale Valdese


h.12,00 Anteprima alla Civica Galleria d’Arte “Filippo Scroppo” in via D’Azeglio 10 della mostra per i 70 anni dall’avvio delle Mostre di arte contemporanea a Torre Pellice, 60 dagli “Autunni pittorici”

Dalle 9 alle 18

Visita libera al Museo valdese, storico ed etnografico,

e alla mostra “Dal Monviso Al Moncenisio. Cartografia a stampa dal XVI al XVIII” e alla mostra “Beppo Levi: migrante forzato per motivi di razza”

 

Dalle ore 14,30

Visite guidate al nuovo museo storico valdese.

Visite al deposito museale

Visita alla collezione archeologica, a cura del gruppo di ricerca del Ce.S.m.a.p. di Pinerolo.

Conversazione e laboratorio su storia e tecniche del libro a stampa, a cura di Mara Mincione, storica del libro e Luca Perrachino, tipografo.

Possibilità di vedere i libri antichi e preziosi della Biblioteca valdese.

Mostra “Beppo Levi: migrante forzato per motivi di razza” a cura del Museo Regionale dell'emigrazione

 


Ufficio Beni Culturali Tavola Valdese
"Viaggio di una catalogatrice nelle Valli valdesi", a cura di Ilaria Giuliano, Storica dell'Arte

 


Archivio Fotografico Valdese
“Dalla famiglia alla Storia” a cura di Elena Testa, responsabile dell’Archivio nazionale Cinema d’impresa, nel quadro del progetto “Mi Ricordo” (http://www.miricordopiemonte.it/)

 


Dalle 9 alle 18 saranno presenti nel giardino della Fondazione Centro Culturale Valdese e su via Beckwith banchi libri ed esposizioni di artigianato locale.

 

giovedì 23 maggio 2019

Mostra Dal Monviso al Moncenisio. Cartografia a stampa dal XVI al XVIII secolo

Da maggio a settembre 2019, grazie alla collaborazione fra vari enti, lo studioso, l’appassionato e il semplice curioso potranno effettuare un vero e proprio viaggio nel tempo e nello spazio, osservando le carte originali più significative prodotte fra il XVI e XVIII che rappresentano il territorio esteso fra il Monviso e la Valle di Susa.

Le carte a stampa, messe a disposizione da alcuni collezionisti, oltre che dalla Società di Studi Valdesi e dall'Archivio della Tavola Valdese, saranno accompagnate da pannelli esplicativi in un'esposizione itinerante ospitata nei territori della Val Pellice, della Val Susa, della Val Chisone e nella città di Pinerolo.

La mostra sarà accompagnata da un catalogo a stampa con riproduzioni a colori corredate da schede e testi di carattere scientifico.

Attorno alla mostra verranno organizzate – in date da definire – quattro conferenze tematiche volte a presentare le peculiarità offerte da questo ricco patrimonio storico.

L'iniziativa è promossa dall’Ente di gestione delle Aree Protette delle Alpi Cozie, in collaborazione con la Fondazione Centro Culturale Valdese e la Società di Studi Valdesi.

 

 

L’esposizione itinerante si articola con il seguente calendario:

Sabato 25 maggio – domenica 30 giugno, presso la Fondazione Centro Culturale Valdese, in via Beckwith, 3 a Torre Pellice (TO). Inaugurazione: 25 maggio alle ore 17,00.

Conferenza 8 giugno – h. 17,00 presso la Fondazione Centro Culturale Valdese, in via Beckwith, 3 a Torre Pellice (TO)

Venerdì 5 luglio – domenica 28 luglio, presso il Museo Diocesano di Susa, via Mazzini, 1, a Susa (TO). Inaugurazione: 5 luglio alle ore 17,00.

Mercoledì 31 luglio – domenica 25 agosto, presso le strutture del Parco Naturale Val Troncea, via della Pineta, a Pragelato (TO). Inaugurazione: 31 luglio alle ore 17,00.

Nel mese di settembre, in data da definire, presso la Biblioteca Civica “Camillo Alliaudi”, in via Cesare Battisti, 11, a Pinerolo.

Seguiranno le date delle conferenze e l'indicazione degli orari di apertura presso ciascuna sede.

 

 

Per informazioni:

Ente di gestione delle Aree Protette delle Alpi Cozie: tel. 0122.78849 + email usseglio@alpicozie.eu

Fondazione Centro Culturale Valdese: tel. 0121.932179, email segreteria@fondazionevaldese.org

giovedì 23 maggio 2019

Mappa