Escursioni e trekking

Andare a piedi è un buon modo per trascorre belle giornate, ma non solo: camminare in montagna esercita lo sguardo, ridesta curiosità, rende consapevoli e rispettosi di ciò che ci circonda.

In tutte le stagioni la Val Pellice offre una vasta scelta di itinerari. Eccone alcuni:

Escursioni di più giorni

Escursioni in giornata, sentieri ed itinerari

Ci si può incamminare fra una vastissima scelta di escursioni per tutti i gusti (preferenze botaniche, storiche, culturali, sportive, faunistiche) e di tutte le difficoltà, seguendo qualche semplice consiglio:

  • Scegli la gita in base al nostro allenamento e alle nostre capacità.
  • Scegli i periodi meno affollati
  • Porta nello zaino l’equipaggiamento adeguato al luogo e alla stagione
  • Se ti avventuri “in solitaria” lascia detto a un amico dove sei diretto e quando pensi di rientrare
  • Controlla le previsioni (ormai molto aggiornate)
  • Non lasciare cibo agli animali (i biscotti di cui le marmotte sono ghiotte le fanno poi stare molto male!)
  • Se hai con te un amico a quattro zampe non lasciarlo libero,  per la sua sicurezza e per quella della fauna che abita le nostre montagne
  • Osserva, fotografa e… rispetta!

Classificazione dei sentieri

I sentieri sono classificati in 4 gradi di difficoltà escursionistiche:

  1. T = turistico: su facili stradine o mulattiere, ben segnalate;
  2. E = escursionistico: lungo sentieri o tracce sempre ben segnati;
  3. EE = escursionisti esperti: generalmente segnati, richiedono senso di orientamento e abitudine a muoversi su terreni particolari (pendio ripido erboso, roccette, pendii aperti senza punti di riferimento frequenti….);
  4. EEA = escursionisti esperti con attrezzatura: sono itinerari che richiedono uso di dispositivi di autoassicurazione.